La bellissima e bravissima Caterina Balivo: l’invidia delle colleghe, mi snerva!!

Caterina Balivo

Caterina Balivo vi aspetta tutti i pomeriggi su Raiuno con “Festa Italiana ore 14.10
RAFFAELLA SILIPO
ROMA
«Sì, mi sono tagliata i capelli, lo so che non ti piace, ma dài, ricrescono in fretta». Caterina Balivo esce come un turbine dallo Studio Rai di via Teulada, divora il corridoio con le gambe lunghissime mentre il telefonino non smette di squillare. «È mia mamma, mi guarda a Festa italiana e poi mi chiama per commentare. Non me ne passa una, l’altro giorno avevo ospite Carla Fracci, ero sovrappensiero e le ho dato del tu, poi mi sono subito corretta ma lei, apriti cielo, quante me ne ha dette…».

È contenta o no di vederla in tv?
«Mah, non si capisce. Lei e mio padre si sono sempre detti: “Lasciamola divertire, prima o poi si metterà a lavorare sul serio”. Quando hanno visto che presentavo un programma del sabato sera (Dimmi la verità, che dopo il test positivo a primavera, a gennaio ricomincia, ndr) mio padre ha dovuto ammettere: “Mi sa che un lavoro l’ha trovato”».

È il lavoro dei suoi sogni?
«Da piccola a dire il vero sognavo di fare la suora missionaria».

Il physique du rôle non è proprio quello giusto…
«Non ero mica carina, ero magrissima, un ragnetto. Devo tutto al taglio “alla Brenda”, quella di Beverly Hills 90210, se la ricorda? Sono entrata al ginnasio con quel taglio e il più carino della scuola si è innamorato di me. Da allora è andata tutta in discesa, almeno con i ragazzi».Caterina Balivo

E nel 1999 è arrivata terza a Miss Italia.
«Prima, dai 17 anni in poi, sono arrivati i fotoromanzi. Proprio la scorsa settimana abbiamo fatto una cena divertentissima del decennale con tutti i “colleghi” di Lancio. Beh, non proprio tutti, quelli che se la tirano non sono venuti».

Chi per esempio?
«Manuela Arcuri, Milena Miconi… si vergognano a dire di avere iniziato con i fotoromanzi, mica le capisco. Io non mi vergogno mai di quello che ho fatto, i fotoromanzi mi hanno permesso di pagarmi l’affitto a Roma e dato un sacco di popolarità. Sì, ho iniziato sgambettando in tv come valletta a Scommettiamo che, e allora?» dopo il salto l’intervista e le foto continuano

Caterina Balivo

Non le spiace che le ragazze in tv siano considerate carne da macello?
«Quello che mi spiace è altro, la supponenza e l’invidia con cui ti trattano se sei giovane e carina: ho fatto uno stage di giornalismo a Stream News, avevo vent’anni e volevo solo imparare il più possibile. Una volta mi sono seduta alla scrivania di una giornalista che ora conduce il tg, lei mi si è avventata addosso, “Ragazzina, come ti permetti, questo è il mio posto”. C’è gente che vive nel terrore che le rubino la sedia. Siamo davvero un popolo di invidiosi. Pensi a Mara Carfagna».

Che devo pensare di Mara Carfagna?
«È mia amica, è bravissima, ha grinta, non sbaglia un colpo. Si è ritrovata a fare cose importanti da giovane e non gliela perdonano. Scusano i propri insuccessi inventandosi una presunta superiorità morale. Ma io mi chiedo, che importa quel che ha fatto in passato? Guardiamo piuttosto quello che farà adesso».

Caterina Balivo

Lei deve molto al direttore di Raiuno, Fabrizio Del Noce.
«Sì, lo stimo molto, è l’unico non antico in una tv decrepita. Sono fortunata perché ha creduto in me, ma anch’io ho creduto in me stessa, ho lavorato tanto e mi sono messa in gioco».

Da dove le viene tutta questa ambizione?
«Sono sempre stata così: ambiziosa, competitiva, voglio fare meglio degli altri. Ma non sono machiavellica, mi spiace vedere strategie subdole, soprattutto fatte dalle donne contro altre donne».

Caterina Balivo

Ci sarà in tv qualche donna che le piace?
«Certo: la Ventura, la De Filippi, la Perego, la Bignardi. Donne toste, che fanno bene il loro lavoro e non hanno bisogno di distruggere gli altri per emergere».

Quali critiche la feriscono?
«Guardi, se dovessi ascoltare e leggere tutte le cosa cattive che dicono di me non farei più nulla. I critici mi fanno persino pena: gli tocca fare gli eterni osservatori senza entrare mai in campo. Secondo me dietro ogni critico cinematografico c’è un regista mancato, io quando devo scegliere un film non li leggo mai. Certo mi spiace quando alterano la verità, per esempio i dati di audience. Come questa Festa italiana: sta andando bene, abbiamo tirato su la fascia pomeridiana di Raiuno, non dico grazie a me, ma ai miei autori che sono bravissimi. Un’altra cosa che non sopporto sono le malignità sui miei presunti fidanzati».

Inevitabili quando si tratta di una bella ragazza determinata come lei, no?
«Forse troppo determinata per i fidanzati… Ho tanti amici, mi piace uscire e divertirmi ma sono single da sei mesi. Convivevo con Nicola Maccanico, una persona dolcissima, ma purtroppo non tutte le storie vanno a finire bene. È che io sono esigente, nel lavoro e nella vita privata, voglio metter bocca su tutto. Sono indipendente, forte, sensibile e diciamolo, anche un po’ rompicoglioni. E poi gli uomini, oggi…».

Oh, finalmente, parliamo anche un po’ male degli uomini.
«Vogliono avere tutti l’harem e a me non interessa. Non voglio nemmeno essere la prima dell’harem. Se non gli basto, si trovino qualcun’altra».

Lei ha 28 anni e viene da Aversa, praticamente coetanea e conterranea di Roberto Saviano… Come si cresce a Gomorra?
«La criminalità c’è, anche se io me ne accorgo soprattutto nelle piccole cose: a mia sorella hanno rubato talmente tante volte l’auto che ora gira a piedi, mio padre ha perso un sacco di soldi per una truffa. Eppure, mi creda, la mia terra e la mia gente sono le migliori del mondo. I miei figli li farò crescere a Napoli, è lì che ho imparato l’amore per la vita, il piacere di parlare con gli altri. Io conosco la realtà e questo è un valore aggiunto che nessuno ti toglierà mai».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: