ESCLUSIVO – Il regista di “Scacco Matto” smentisce la bocciatura a “Universo corto”: “E’ tutta una bufala, ora basta il premier ha ragione”

In questi ultimi giorni Noemi Letizia, la diciottenne napoletana, è ritornata al centro dell’attenzione per una presunta bocciatura del cortometraggio “Scacco Matto“, che vede proprio Noemi coome protagonista, a “Universo Corto” a Pisa. Così il regista del cortometraggio, Carlo Fumo (foto), ci tiene a smentire la notizia sulle nostre pagine web.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

”Il cortometraggio ‘Scacco Matto’ che vede protagonista Noemi Letizia non e’ stato bocciato al concorso di Pisa, ma ancora una volta si e’ trattato di una strumentalizzazione, ha ragione Berlusconi tutto questo è indecente”. Lo dice Carlo Fumo il regista di ‘Scacco Matto’ che smentisce la notizia della bocciatura. ”Il mio lavoro iscritto a 18 Festival – spiega – non avrebbe potuto partecipare a ‘Universo Corto’ a Pisa in quanto il concorso e’ riservato agli iscritti all’universita’ e io non lo sono. Quindi mi chiedo come può non essere ammessa un’opera ad un festival in cui da regolamento non potrebbe parteciparvi? Si tratta dell’ennesimo sfruttamento mediatico della vicenda di Noemi, in realta’, sono stato contattato dall’organizzatore Francesco Monceri su Facebook che mi ha chiesto notizie sul film e mi ha assicurato la partecipazione pur non avendo i requisiti ne’ pagato la iscrizione, tutto questo è assurdo, non si può ledere l’immagine di chi come me lavora e fa sacrifici da tanti anni, per farsi della pubblicità in modo indegno. Successivamente gli ho inviato una copia del dvd che e’ stato visionato, ma ieri sera ho ricevuto un messaggio sul social network dallo stesso Monceri in cui mi scriveva ‘caro Carlo, il tuo film non e’ stato ammesso”. Nessuna spiegazione sul motivo della bocciatura mentre sui giornali si legge la seguente motivazione :”Stile troppo Pulp Fiction e trama complicata” risponde il regista “Per lo stile Pulp non vedo motivo di esclusione mentre per la trama complicata, è un complimento evidentemente non l’hanno capito, oltretutto è stato scritto che dura meno di 15 minuti quando la durata reale è di 20, altro punto violato del regolamento. Per Fumo si tratta ”dell’ennesima strumentalizzazione dei giornali cosi’ come ripete il presidente del Consiglio”. E a proposito del corto, aggiunge: ”Il mio lavoro elogiato dal regista Giuseppe Ferrara e’ in finale al festival internazionale in provincia di Reggio Calabria è stato presentato all’Anteo di Milano e portato in 2 licei suscitando un enorme successo come documentato dai giornali, a settembre sara’ portato in altre scuole d’Italia e forse distribuito su tutto il territorio nazionale – conclude Fumo -. Vorra’ dire che a ‘Universo Corto’ mandero’ Noemi in persona di cui tanto si e’ parlato, visto che hanno sfruttato la notizia per avere il loro momento di gloria”.

L’ARTICOLO FALSO DI “UNIVERSO-CORTO

Non ha fatto la ‘meteorina’, e uno dei primi lavori nel mondo del cinema ha già subito una bocciatura. Lei è Noemi Letizia, la neo diciottenne napoletana più famosa d’Italia dopo la festa di Casoria per il suo compleanno cui partecipo’ il presidente del Consiglio .
La giuria della rassegna di cortometraggi ‘Universo corto’, che si tiene da quattro anni a Pisa con il patrocinio della Mediateca regionale, ha bocciato il cortometraggio dove l’interprete principale e’ Noemi. La pellicola dura meno di 15 minuti, si intitola ‘Scacco matto’ e la regia e’ di Carlo Fumo.
Nel corto, Letizia interpreta la donna di un mafioso che traffica in diamanti. Nonostante la presenza della giovane, che fa ‘’audience’’, il film non e’ piaciuto alla commissione esaminatrice e non e’ stato compreso nelle opere selezionate e che saranno portate al vaglio del presidente della giuria che questo anno e’ Oliviero Toscani.
Gli organizzatori affermano che ‘’la natura del concorso e’ quella di premiare sempre e soltanto la qualita’ delle opere e di dare ai giovani registi un’opportunita’ concreta per portare avanti i loro progetti”.

Ecco alcuni punti del regolamento di “Universo corto”:

4. Quota di iscrizione di euro 10,00 da accreditare sul conto bancario Cineclub Arsenale- Banca Popolare Etica- filiale di Firenze- IT 04 SO5O 1802 8000 0000 0119 883.
Carlo Fumo: “Ma per “Scacco Matto” non è stata pagata nessuna somma”

5. Certificato di iscrizione ad un’Università italiana o straniera per l’anno accademico in corso (a.a. 2008-2009), ovvero ad un corso di specializzazione post-lauream.
Carlo Fumo: “Non sono iscritto a Nessuna Università”

Norme generali

1. Durata max delle opere 15 minuti.
Carlo Fumo: “Mentre scacco matto dura 20 minuti”

Intanto domani sera a Pisa verra’ decretato il vincitore della rassegna di cortometraggi che ha avuto come presidenti di giuria anche Marco Bellocchio.

Annunci

Una Risposta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: