Il Grande Torino: questa sera alle 21.20 su RaiUno, con Beppe Fiorello.

Questa sera, lunedì 15 agosto 2011, per il ciclo Storie di un italiano, andrà in onda la replica del film-tv con Beppe Fiorello, Il Grande Torino, andata in onda per la prima volta nel 2005, sempre su RaiUno.

Al fianco di Beppe Fiorello, troveremo Tosca D’Aquino, Michele Placido, Silvia Annichiarico, Alessandra Mastronardi e Gabriella Pession.

La fiction al primo passaggio televisivo, totalizzò una media di oltre 7.600.000 telespettatori, per uno share del 31%.

Dopo il salto, la trama del film.

Il 4 maggio del 1949 l’aereo che portava la squadra di calcio del Torino si schiantò contro la collina di Superga.
Il Torino era allora la squadra più forte del nostro campionato, una delle più grandi al mondo. Ben dieci dei suoi giocatori militavano nella Nazionale, aveva vinto cinque scudetti di seguito e da sei anni era imbattuta sul suo terreno, lo stadio Filadelfia.
La tragedia di Superga sconvolse l’Italia del dopoguerra ed è tuttora presente nella memoria di tutti, anche di chi non si è mai appassionato di calcio. Il grande Torino rappresentava il simbolo della rinascita, perché con le sue vittorie e con la sua fama di invincibilità incarnava il desiderio di riscatto di tutto un popolo e restituva ad un’intera generazione la possibilità di sognare.

La storia viene raccontata attraverso gli occhi di Angelo (Ciro Esposito), un ragazzo diciassettenne emigrato con la madre (Tosca d’Aquino), il padre(Gaetano D’Amato) e i fratelli Pasquale (Fausto Verginelli) e Rosa (Alessandra Mastronardi). La sua passione è il grande Torino e senza quasi neppure confessarlo a se stesso, coltiva in segreto il sogno di arrivare a giocare un giorno nella squadra. Angelo è l’unico dei tre fratelli che ha la possibilità di studiare, ma a scuola i rapporti non sono facili: i compagni lo accolgono con disprezzo, lo deridono e lo chiamano “terrone”. Solo con Susanna (Katy Saunders), anche lei a modo suo un’isolata, instaura un rapporto prima d’amicizia e poi d’amore. Oltre ogni sua speranza – ha trovato lavoro come fattorino presso un pasticcere – il caso lo porta proprio nella casa del mitico Valentino Mazzola (Beppe Fiorello). Con l’aiuto di Susanna che convince il padre – il commissario tecnico della squadra Ernest Erbstein (Massimo Popolizio) – a fargli un provino, Angelo viene preso nella squadra giovanile “Primavera”. Sembra l’avverarsi del suo sogno, ma non tutto è così semplice…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: